Info Progetto

  • Stazione Appaltante
    AUTORITA' PORTUALE DI GIOIA TAURO (RC)
  • Oggetto dei lavori
    Esecuzione dei lavori di completamento e sviluppo del comparto Nord - Viabilità nel porto di Gioia Tauro
  • Responsabile Unico del Procedimento
    Ing. Maria Carmela DE MARIA
  • Direttore Dei Lavori
    STUDIO RPA s.r.l.
    Dott. Ing. Dino BONADIES
  • Periodo di esecuzione delle opere
    2015 - in corso
  • Importo Complessivo dei lavori
    € 11.435.385,00

Settori di Attività

LAVORI DI COMPLETAMENTO E SVILUPPO DEL COMPARTO NORD - VIABILITA' DEL PORTO DI GIOIA TAURO, Gioia Tauro (RC)

...

L’intervento che riveste particolare importanza tra quelli necessari per il completamento e sviluppo del comparto Nord del Porto di Gioia Tauro è il potenziamento della viabilità attraverso la realizzazione di diversi assi stradali (asse A con carreggiata a doppia corsia per lo scavalco del fascio ferroviario del nodo S. Ferdinando, assi di diramazione B e C, caratterizzati da carreggiata costituita da unica corsia di marcia, per ristabilire il collegamento del MCT, assi D e E che diramandosi con carreggiata a doppia corsia da un’intersezione regolata con una nuova rotatoria da realizzare all’estremo geometrico dell’asse A consentiranno, rispettivamente, i collegamenti all’area franca dell’ex stabilimento Isotta Fraschini e all’area ex ENEL) per uno sviluppo metrico complessivo di circa 3.100 m. A completamento degli interventi previsti per l’asse principale vi è la realizzazione di una nuova configurazione dell’asta di manovra ferroviaria presente nell’area a sud-est dei piazzali MCT. Inoltre, l’Autorità Portuale intende migliorare anche la viabilità denominata “retrobanchina” che si sviluppa lungo il muro paraonde a protezione del bacino interno del Porto: un intervento di sviluppo complessivo dell’ordine di circa 3.000 m, suddiviso in tre tratti rispettivamente di 195 m di sviluppo, raccordo alla viabilità esistente nel quale é prevista la regolarizzazione del profilo longitudinale, di 1.200 m di sviluppo, tratto intermedio che si sviluppa a ridosso del muro paraonde nel quale si prevede la stesa di pavimentazione flessibile (binder + usura) sul sottostante esistente supporto in calcestruzzo e comprende altresì tre aste di collegamento con la viabilità esistente (fronte bacino interno) per uno sviluppo complessivo di circa400 m, ed infine un tratto terminale di circa 1.600 m di sviluppo ove è prevista la sola stesa del tappeto di usura a completamento della pavimentazione recentemente realizzata. Infine, per connettere due aree funzionali distinte (piazzale di carico/scarico ed officine), la realizzazione della viabilità ferroviaria avente uno sviluppo totale di 830 m, 700 m dei quali in corrispondenza di un tratto ferroviario in disuso con realizzazione di sede viaria promiscua e 130 m su area a verde del sedime portuale.

...